prevnext

Dio, Padre

Dal “nulla” non viene… nulla. Ci deve essere “qualcosa”.

Pura materia? Per quanto tempo possiamo darle… la materia è incapace di generare vita spirituale: un pensiero, un sorriso, una lacrima, una canzone, un gol, un bacio… Tutto questo non è provocato da “qualcosa”, ma da “qualcuno”.

Chiamiamo questo “qualcuno” capace di mettere in moto la vita “Dio”.

Se dopo averci creato si fosse dimenticato di noi, potremmo anche dimenticarci di Lui. Ma…

“Anche se una madre si dimenticasse
del frutto del suo grembo, io invece
non ti dimenticherò mai.” (Isaia 49, 15)

Il nostro Creatore è un buon padre che, se perde i Suoi figli, cerca di riconquistarli. Ci invita a tornare a Lui in mille modi: a parole, per scritto, di persona o con messaggeri… ci implora più e più volte… senza mai obbligarci.

Possiamo ignorare o amare nostro Padre.
Oggi e per sempre. La cosa giusta è amarlo.