prevnext

Amada Rosa Pérez (Bogotà)

“Entrai in una palestra a 18 anni e qualcuno mi chiese: Vorresti fare la modella?

E pensai: il denaro, le feste, la fama, il successo, i viaggi… accetto!”

In poco tempo, quattro concorsi di bellezza l’hanno trasformata in top model e attrice. Un’ascesa rapidissima minacciata da diverse gravidanze… risolte facilmente.

“Mi dissero che avere dei figli avrebbe rovinato la mia carriera, ma non mi parlarono delle terribili conseguenze che derivano dall’ucciderli: depressione, ansia, incubi… e la voglia di togliermi vita.”

Dopo aver abortito tre volte, Amada Rosa cercò la felicità senza compromessi nello yoga, nel reiki, nel feng-shui, nei tarocchi… senza sospettare quale prezzo occulto stesse pagando a sua insaputa: “Il Diavolo rilascia sempre la fattura.”

E così com’era entrata in una palestra, un giorno entrò in una chiesa. E lesse: “Venite a me voi che siete oppressi, e io vi ristorerò.”

“Confessai i miei peccati e raggiunsi la pace tanto cercata. Qualcuno dirà che sono pazza, ma la verità è che sono felice.”